Cos'è una facciata ventilata?

La facciata ventilata è un sistema costruttivo che permette il fissaggio di un rivestimento indipendente (non impermeabile) alla lamiera di chiusura. La separazione del rivestimento dall'involucro consente l'alloggiamento di uno strato isolante e la libera circolazione dell'aria attraverso la sua camera, con i vantaggi che ciò comporta in termini di risparmio energetico.

Le lastre di rivestimento sono poste con un giunto perimetrale (a seconda del materiale), che evita qualsiasi tipo di patologia derivata dalla dilatazione del materiale stesso, garantendo che il materiale conservi il suo buon aspetto (senza la comparsa di crepe o fessurazioni dovute a ristrette sottolinea). . D'altra parte, il rivestimento offre protezione contro l'incidenza diretta del sole sul resto degli strati (isolamento e recinzione), ammortizzando gli sbalzi di temperatura e prolungandone così la vita utile.

È un sistema costruttivo che ammette la posa di diversi materiali di rivestimento, come pietra naturale, gres porcellanato, laminati ad alta pressione, fibrocemento, ecc.

Come fabbrica

IN ESTATE
Il sole cade direttamente sul rivestimento e non sulla recinzione.
IN ESTATE
Riscalda l'aria contenuta nella camera, la sua densità diminuisce e per convezione sale, lasciando il posto all'aria fresca.
IN ESTATE
Questo fenomeno chiamato “effetto camino” impedisce l'accumulo di calore sulla facciata con il conseguente RISPARMIO ENERGETICO. L'isolamento termico fornisce una protezione aggiuntiva.
IN INVERNO

Scopri tutte le variabili dei nostri sistemi e tutte le possibilità che offriamo e muoviti verso un mondo all'avanguardia, moderno ed efficiente. Scopri nuove sfide, diverse strutture e nuove tecniche.

IN INVERNO

In inverno entrano in gioco altri fattori, poiché nella maggior parte dei casi la radiazione solare non è sufficiente a garantire il movimento dell'aria. In questo caso la facciata funge da accumulatore di calore coadiuvato dallo strato termoisolante del sistema, impedendo la fuoriuscita di calore dall'interno (con relativo RISPARMIO ENERGETICO).

SIGILLATURA
Il rivestimento funge da divisorio antivento, consentendo il passaggio solo di un massimo del 5% dell'acqua piovana attraverso i giunti e per l'effetto del vento.
SICUREZZA
Trattandosi di una posa a secco (meccanica) o mista (meccanica e chimica) e richiedendo gli ancoraggi per poter montare la facciata, garantisce la posa sicura del rivestimento.
ESTETICO
Contrariamente alla facciata in malta, poiché viene posata a strati e tra di essi è presente una camera d'aria, i problemi di umidità ed efflorescenze scompaiono completamente.

Manutenzione

La CTE nel suo Documento Base HS Health stabilisce e raccomanda:

OGNI 3 ANNI:

  • Verifica dello stato di conservazione del rivestimento: possibile comparsa di crepe, distacchi, umidità e macchie
  • Verifica dello stato di conservazione dei punti singolari, vedi: angoli, coronamenti, aggetti, tettoie, ecc.

OGNI 5 ANNI:

  • Verifica dell'eventuale esistenza di fessurazioni e fessurazioni, nonché di crolli o altre deformazioni, nella lamiera principale

OGNI 10 ANNI:

  • Verifica dello stato di pulizia delle piaghe o delle aperture di ventilazione della camera.

Installazione

Facilità di collocazione in cantiere quando si installano gli elementi "a secco", mediante ancoraggi meccanici preventivamente calcolati per resistere al carico del vento e al carico gravitazionale (il peso della piastra stessa), ottenendo rese fino a 60 m2 per coppia al giorno, questo Varia a seconda del sistema da utilizzare.